back4.jpg
back6.jpg

Wine producer since 1890
in the hills of Castilenti
.

Articles tagged with: cucina tradizionale

San Lorenzo Vini a "Meet in Cucina 2018"

  Tuesday, 23 January 2018. Post in Il Blog di San Lorenzo Vini

MEET in CUCINA è un congresso – evento di cucina regionale dedicato a cuochi, professionisti e imprenditori della ristorazione

Presenti anche per il 2018 alla 4a Edizione di “Meet in Cucina”, l'annuale congresso dei cuochi dedicato alla cucina regionale Abruzzese che si terrà a Chieti presso il Centro Espositivo della Camera di Commercio il prossimo lunedì 29 gennaio dalle ore 9,30.

Presenti sul tabellone e protagonisti per un'ora del palco, tutti i più celebri nomi della cucina regionale. Ristoranti che hanno fatto la storia della nostra enogastronomia, riunendo tradizione e modernità, per raggiungere l'apice del gusto nel perseguimento e nella continua ricerca della sublime qualità. Percorso che, conduce inesorabilmente verso il successo di pubblico e di risultati.

Aspettiamo i nostri clienti, gli appassionati e quanti ritengono che un buon convivio sia una delle esperienze migliori per conoscere ed apprezzare un territorio.

 

Vino Novello... che magia!

  Saturday, 05 November 2016. Post in Il Blog di San Lorenzo Vini

Simile al "Beaujolais nouveau" il "Vino Novello" arriva in questi giorni nelle nostre case

 

È tempo di Vino Novello oggi vi raccontiamo come, questo gradevole succo, tanto simile ad un vino (ma che vino non è propriamente) viene prodotto.

L'origine è francese, da un’idea venuta nel 1934 ad alcuni ricercatori che avevano l’obiettivo di cercare di mantenere l’uva per poterla utilizzare in tempi diversi. Tentarono così, di conservare dell’uva fresca in anidride carbonica cercando di evitare il processo ossidativo. In completa assenza di ossigeno: l’uva fermentava ugualmente e scoprirono inoltre, che il succo ottenuto era una cosa completamente diversa dal vino, ma altrettanto piacevole.

Ancora oggi seguiamo lo stesso processo, i grappoli freschi vengono posti all'interno di apposite vasche inox da 50 – 70 hl, nelle quali, dopo aver prodotto il vuoto d’aria, viene immessa anidride carbonica a una temperatura controllata di 30° C. Questo processo dura dai 7 ai 14 giorni. In questo modo la fermentazione del mosto non avviene in maniera “canonica”, poiché i lieviti che normalmente fanno fermentare il vino hanno bisogno di ossigeno per agire: senza aria, i lieviti si bloccano. Ma niente paura, il vino fermenta ugualmente e a farlo fermentare, sono gli enzimi contenuti nel mosto. I lieviti indigeni migrano dalla buccia verso l’interno della polpa, alla ricerca di ossigeno ed acqua, innescando un processo di fermentazione intracellulare. 


All'interno delle vasche i grappoli che si trovano sul fondo, vengono progressivamente schiacciati dalla massa d’uva liberando il mosto si procede poi con una successiva pigiatura molto delicata e un’ulteriore fermentazione di 3-4 giorni.

Perchè si fa tutto questo?

 

Per avere un vino con sapore colore e gusto speciale. Infatti in questo modo:

  • vengono estratti i pigmenti delle bucce dell’uva che danno il colore al vino (il vino che ne risulta avrà un colore particolarmente brillante, con tonalità che ricordano il porpora, a volte il violetto, bello da vedere)

  • vengono estratti gli aromi localizzati nelle bucce dell’uva, molto fruttati: si svilupperanno nuovi componenti odorosi, che ricordano principalmente la fragola, il lampone ed il mirtillo

  • diminuisce l’acidità ed il vino risulterà più delicato

 

Il Vino Novello è disponibile nei nostri Punti Vendita solo per poche settimane, che aspettate allora per andare a provarlo?

 

 

San Lorenzo Vini a "Meet in Cucina 2016"

  Friday, 15 January 2016. Post in Il Blog di San Lorenzo Vini

Siamo alla vigilia della seconda edizione di “Meet in Cucina”, l'evento di massimo lustro per la cucina tradizionale regionale, che apre i battenti il prossimo 18 gennaio 2016 presso il Centro Espositivo della Camera di Commercio di Chieti. Qui si incontreranno 7 tra gli Chef abruzzesi più premiati e celebrati che, oltre a proporre piatti tipici della nostra cultura gastronomica, ospiteranno lo Chef Stellato Massimo Bottura dell'Osteria Francescana di Modena, al secondo posto nel The World's 50 Best Restaurants, per un confronto sulla nostra gastronomia tradizionale e le prospettive future.

Il forum, che  vedrà momenti di discussione dedicati a lieviti, panificazione con grani antichi, cucina tradizionale a km 0, affumicatura ed esaltazione del crudo, vede come relatori  Niko Romito, assieme con la famiglia Tinari e la famiglia Spadone, Matteo Iannaccone, Nadia Moscardi, Christian di Tillio e Nicola Fossaceca. Le premesse sono quelle giuste per parlare di territorio e  cucina di qualità, per questo l'evento registra già boom di presenze tra gli addetti ai lavori.

L'Azienda Agricola San Lorenzo sarà presente nell'area espositiva dedicata ai vini, per legare ancora una volta, se ce ne fosse ulteriore bisogno, il vino abruzzese ai sapori tipici della regione. I nobili rossi e i profumati bianchi faranno da accompagnamento naturale a sapori e colori che raccontano la storia autentica di un popolo di antiche origini. L'Abruzzo vanta in tale ambito prodotti di eccellenza, citiamo per San Lorenzo Vini le due DOCG Colline Teramane Montepulciano d'Abruzzo,  Escol ed Oinos che hanno ricevuto, solo nel 2015, numerosissimi riconoscimenti nazionali ed internazionali. 

“Il vino nell'esperienza culinaria ha un valore essenziale. È la cornice che esalta il quadro” commenta Gianluca Galasso (A.D. di San Lorenzo Vini), ed aggiunge “credo che sia proprio da qui che la nostra regione dovrebbe ripartire: cucina tradizionale di qualità ed eccellenze vitivinicole, per dare al territorio una forte connotazione identitaria”.

Si accendono i riflettori su “Meet in cucina”,  che con spunti interessanti parlerà dell'Abruzzo in  un ambito in cui  certamente può raggiungere  un altissimo livello: quello enogastronomico. Appuntamento per tutta la giornata di lunedì 18 gennaio 2016 dalle 9,30 alle 18,30 al Centro Espositivo della Camera di Commercio di Chieti, lì si incontreranno con i più grandi maestri,  la cucina tradizionale, il buon vino e il futuro.